A sostegno delle famiglie con a carico persone con disabilità grave. durante il periodo di chiusura estiva del centro diurno

In previsione del periodo di chiusura del centro diurno per le vacanze estive, l’associazione prende atto che è giunto il momento di organizzare qualcosa per venire incontro all’esigenza delle famiglie durante il periodo di chiusura del centro diurno.

In poco tempo, con la collaborazione di molti, vengono organizzate 9 uscite al mare. Vengono selezionati e impegnati nel progetto 4 educatori. Due volontari offrono il loro aiuto nella guida dei pulmini. Alcuni Comuni erogano un contributo e a loro si aggiungono La Fondazione Girolamo Colonna e la Società Sportiva di Porto Recanati.

La Cooperativa Di Bolina mette a disposizione un Ducato e un Doblò, il Comune di Treia un Doblò. L’Oratorio Don Bosco di Porto Recanati un Ducato. I pulmini seguiranno un percorso tra San Severino, Pollenza, Treia, Macerata, Montefano, Porto Recanati fino a raggiungere il balneare “La Conchiglia” di Numana. L’ultimo giorno, domenica 25 agosto, i ragazzi, ospiti presso i balneari “Barracuda” e “L’Ancora” di Porto Potenza Picena vivono un’esperienza nuova e inaspettata. L’Associazione “3zero3 jet ski racing team” di Pesaro offre gratuitamente prestazioni di mototerapia.

È così che l’ultimo giorno del “Progetto Sollievo Estate 2019” si rivela particolarmente significativo: dopo otto pomeriggi trascorsi sulle spiagge di Numana, la mototerapia con le moto d’acqua dona la bellezza di un’esperienza dalla quale genitori e figli escono pienamente entusiasti.

 

Oltre i limiti Onlus è un’associazione di famiglie, con a carico persone con disabilità grave, che nasce dalla volontà di impegnarsi fattivamente nel costruire il domani dei propri figli accompagnandoli verso il tempo del ”Durante” e quello del “Dopo di Noi”, cioè quella fase della vita in cui, inevitabilmente, essi si troveranno privati della presenza, delle cure e, soprattutto, dell’affetto dei familiari. L’associazione è impegnata a mantenere il rapporto relazionale affettivo costruito e consolidato nel tempo tra ragazzi ed educatori all’interno del CSER di Santa Maria in Selva (Treia, Macerata), gestito da sempre dalla Cooperativa Sociale Di Bolina.

L’obiettivo è che possano condividere, in soluzioni abitative, momenti “familiari” di normale quotidianità. Coscienti che l’attuale legge sul “Dopo di Noi”, pur essendo un grande passo in avanti, rimane tuttavia insufficiente a garantire la copertura finanziaria per soddisfare la domanda, i componenti dell’associazione sono impegnati nella raccolta di fondi, contributi, donazioni, lasciti testamentari, 5 x 1000 ecc..

L’associazione è inoltre consapevole che il tempo del “durante noi” non è meno importante del tempo del “dopo di noi”, dal momento che tra le famiglie aumenta sempre più la fatica nella gestione dei figli nei weekend e nei periodi di vacanza quando il centro diurno resta chiuso. Poiché diversi genitori sono già avanti con l’età e le loro forze, con l’avanzare degli anni, sono sempre meno, è nata negli ultimi tempi anche l’esigenza di trovare nell’immediatezza un rimedio per andare incontro a chi non ce la fa più. È in questo contesto che, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Di Bolina, prende forma il Progetto Sollievo.

 

Progetto Sollievo Estate 2019